Interfacce tra il vostro sistema informativo e i palmari mobili per l'inserimento dei dati?

Interfacce tra il vostro sistema informativo e i palmari mobili per l’inserimento dei dati?

Strategie di sviluppo

Disponete di un sistema informativo di gestione della produzione (ERP / PGI) o della logistica (WMS) e desiderate effettuare registrazioni mobili intelligenti tramite codice a barre / RFID dei vostri ordini in entrata, delle spedizioni e delle scorte in uscita, della tracciabilità e di vedere rapidamente il risultato in questo sistema informativo di gestione.

Avete verificato con il vostro editore che non ha nulla da offrirvi e state pensando di aggiungere questa funzione con il nostro software e i nostri terminali (PDA): ecco le richieste da fare e le domande da porre al vostro editore prima di chiamarci, perché la domanda fondamentale in questa fase NON è: “come si fa? MA “come scambiamo i dati?” e “quale livello di automazione voglio raggiungere?”.

Presentazione delle sfide:

Il nostro obiettivo è ridurre in modo significativo i costi di integrazione delle nostre applicazioni di tracciabilità mobile in un progetto ERP, standardizzandole. Questo vi permetterà di ottimizzare i nostri servizi in tempi brevi e a costi contenuti. Ma al di là dei costi, c’è una domanda a cui rispondere prima: è possibile integrarsi con il mio ERP, quali sono le interfacce possibili?

Molti dei fattori coinvolti nell’integrazione delle soluzioni di tracciabilità mobile dipendono dal vostro editore e dalle vostre scelte. Ecco quindi gli elementi che vi permetteranno di fare le vostre richieste al vostro editore e di fare le vostre scelte per il futuro: principi di scambio, richieste e strategie.

I principi e i tipi di scambio tra applicazioni mobili e sistemi ERP e le richieste da fare al proprio editore di conseguenza

Gli ERP sono :

  • o in un’architettura a “3 livelli”: (esempio di AX di Microsoft) il livello di presentazione, noto anche come “client”, installato sul PC. Esiste un client standard e un client “sottile” per i browser, che offre un numero leggermente inferiore di funzioni.

  • o in architettura Web: (molti Open Source, come Dolibarr) la logica dell’applicazione è scritta in PHP o Python: fornitura di schermate accessibili dal browser “client”.

Che cos’è un terminale mobile con scanner integrato?

Vedi vantaggi dei terminali rugged con scanner

Su questi terminali, utilizziamo il loro processore e il sistema di database incorporato, NON il loro browser.

Impatto sugli scambi tra terminali mobili e sistemi ERP

Questo consiglio o richiesta è più facile da fare o ottenere prima dell’acquisto di un ERP, che dopo: pensateci quando scegliete l’ERP.

I nostri collegamenti mobili con gli ERP dipendono dalla loro architettura:

  1. nell’architettura Web: siete online e potete accedere alle schermate fornite, se sono “responsive”, direttamente tramite il browser del terminale (e non avete bisogno di noi). Ma in generale l’ergonomia e le schermate non sono progettate per accettare rapidamente una raffica di dati con uno scanner, quindi si torna al caso successivo.
  2. in un’architettura a “3 livelli”: Si utilizza la modalità offline: vedere OFFLINE 1st sulle app mobili : leggiamo o integriamo parte del database ERP interessato dal processo in questione, lavoriamo su di esso con il database mobile locale e trasferiamo i dati alla fine del processo.

Esistono 3 modi per scambiare i dati con i sistemi di gestione centralizzata / ERP e una quarta soluzione

  1. Il vecchio metodo manuale di “importazione ed esportazione” di file, generalmente in formato “csv” (leggibile da Excel): Il terminale mobile leggerà automaticamente i file messi a disposizione dall’operatore ERP e scriverà automaticamente i file da integrare da parte del sistema ERP, manualmente o talvolta automaticamente (su richiesta). I processi coperti sono quindi elencati dall’ERP, e tutto ciò che dovete fare è inviarci via e-mail i modelli e i file csv di importazione ed esportazione testati. Questa modalità è a carico del cliente; noi abbiamo sempre una modalità di esportazione e importazione csv sulla nostra app, ma questa modalità è noiosa da usare.

  2. modalità di scambio diretto di database: i diritti sono concessi dall’editor per tabella, per database, per modalità: lettura o scrittura. La modalità di connessione OLE DB o ODBC, a seconda del motore di database, viene quindi installata per gli scambi. Non viene più utilizzata per motivi tecnici (vecchia modalità), di sicurezza e di responsabilità.

    La lettura dei dati ERP dai terminali non pone molti problemi in termini di diritti e responsabilità, a condizione che si chieda all’editore l’autorizzazione a leggere il database e il suo “dizionario dei dati”. D’altra parte, né l’editore né noi ci assumiamo la responsabilità di scrivere o modificare i dati direttamente nel database, altrimenti rischiamo di perdere tutti i controlli di coerenza che abbiamo effettuato. Dobbiamo quindi chiedere (all’editore), se non è già previsto, e per processo, di creare una tabella cosiddetta “pivot” che permetta al terminale di scaricarvi i suoi dati e all’ERP di integrarli in modo pulito nel suo database attraverso il processo dell’editore (sviluppo in aggiunta, generalmente fatto dall’editore) che svuota questa tabella. Anche questa è una sorta di modalità batch, che non è necessariamente percepita dall’utente perché può verificarsi molto spesso.

  3. scambio diretto tramite API: gli scambi di scrittura e lettura sono completamente controllati in termini di possibilità e diritti da programmi di interfaccia (“API”) messi a disposizione dall’editore: anche in questo caso, la documentazione deve essere richiesta all’editore. È l’editore che è a favore degli standard di sicurezza e del funzionamento a lungo termine.

    A questo livello, abbiamo un’automazione completa, pulita e semplice. Ad esempio, si veda applicazioni mobili intorno a Dolibarr, dalla versione 10, dispone di un gran numero di API (inventario, ricevimento merci, manutenzione in loco e scambio di parti sulle macchine, picking, emissione di merci, aggiornamento dei tipi di ubicazione, registrazione dei tempi, ecc.). Nel nostro caso, importiamo nel database del cellulare una tabella di articoli con descrizioni, valori e foto prodotti dai nostri ordini, e riportiamo i valori inseriti tramite scansione, come un inventario.

    L’ERP, attraverso le sue API, garantisce la coerenza del suo database.

  4. la quarta soluzione senza interfaccia: (qui se non vendiamo software non vendiamo terminali, questo è solo un suggerimento per voi) se nel vostro sistema informativo non è prevista alcuna soluzione per effettuare scambi in semi-real-time con altri sistemi di codici a barre, l’unica soluzione rimasta è quella di utilizzare uno schermo mobile con scansione e una mano libera:

  • o un tablet professionale con imager incluso (più comunemente in ambiente Windows, verificate e testate prima; nel caso di un’architettura web, potete usare Android).
  • oppure un tablet senza imager incluso e aggiungendo un anello per la scansione delle dita, vedi tipi di terminali mobili per codici a barre

Le elevate prestazioni delle funzionalità che installeremo con le API saranno un vantaggio, grazie a collegamenti che non hanno bisogno di essere sincronizzati in tempo reale: la modalità off-line è molto utile in aree prive di rete, o al contrario in luoghi molto utilizzati in modalità on-line quasi in tempo reale, come le linee di prelievo.

Oltre a queste modalità, dobbiamo porci la seguente domanda: I nuovi dati acquisiti dal processo mobile devono e possono essere integrati nel sistema ERP?

Per esempio Se l’ERP non ha campi o tabelle per memorizzarli, non è necessario. È possibile inserirli in un database che verrà letto solo in caso di ritiro del prodotto, cioè il più raramente possibile.

Avete quattro opzioni per il feedback dei dati mobili:

  1. i dati sono inclusi nell’ERP: non preoccupatevi, basta richiedere le istruzioni API
  2. i dati non sono inclusi nell’ERP: avete quindi la possibilità di scegliere tra :
  • chiedere all’editore di integrare questa funzione,
  • cambiare l’ERP,
  • farci aggiungere un database separato: il collegamento di analisi tra le tabelle e i database dovrà essere impostato in seguito.

Strategie per cambiare i sistemi ERP a seconda della situazione

  • Avete recentemente acquisito un sistema ERP/informativo. l’investimento è stato ingente o il cambiamento è impossibile: chiedete al vostro editore informazioni sulle interfacce di output standard, sulla possibilità di accedere direttamente al database almeno in lettura e, in base alle risposte e al livello di automazione desiderato, negoziate le aggiunte: consultate i punti e le domande precedenti, poi tornate da noi.

  • Avete uno strumento che ha più a che fare con la gestione “aziendale” delle vendite. I calcoli vengono effettuati in questo ERP e i cataloghi dei fornitori sono inclusi (ad esempio, settore automobilistico, tende, ecc.): non si tratta di cambiarlo. Quindi si mantiene lo strumento, si stampano gli ordini dei clienti e il resto (come la gestione delle scorte, la produzione) può essere fatto su un terminale mobile tramite lettura OCR dei riferimenti sul modulo d’ordine o BL: abbiamo creato questa app e il relativo database online: Soluzione sviluppata per la gestione delle scorte mobili

Possiamo rispondere a qualsiasi domanda specifica.